Image
Esegui ricerca

Le potenzialità delle nuove tecnologie informatiche nell’ambito delle disabilità

Il 27  maggio presso l’aula magna dell’IPSIA G. Galilei di Frosinone si è tenuto un Seminario sulle potenzialità delle nuove tecnologie informatiche nell’ambito delle disabilità. Il Seminario è stato in parte finanziato grazie al contributo della Regione Lazio Assessorato Servizi Sociali.

Frosinone, 27 maggio 2009 IPSIA G. Galilei

Ha aperto i lavori il Preside dell’IPSIA Prof. Giovanni Carlini il quale ha introdotto le tematiche mettendo in risalto l’impegno del suo Istituto che da anni è impegnato in progetti per la formazione e l’integrazione nel mondo del lavoro dei ragazzi disabili e dei ragazzi stranieri,  lasciando poi la parola alla Professoressa Villani Maria Rosaria che ha illustrato in dettaglio i progetti che la scuola ha portato a termine in questi anni,  e soffermandosi su di una importante iniziativa, non ancora conclusa,  che si propone di dare ai ragazzi in situazione di handicap possibilità più concrete di realizzare le proprie aspirazioni: il Progetto Abilmente Diversi.
100 0re di corso per quindici allievi degli istituti professionali della Provincia di Frosinone che  hanno  infatti intrapreso un percorso di formazione gratuito, che ha permesso loro di acquisire competenze informatiche necessarie per entrare nel mondo del lavoro ed esercitare la professione.
Il corso nasce da un accordo siglato tra la Microsoft, l’Amministrazione Provinciale di Frosinone, la Banca Popolare del Frusinate, la Steluted e l’IPSIA G. Galilei di Frosinone.
Il corso strutturato in moduli su software e applicazioni ormai indispensabili per qualsiasi impiego: i fogli di calcolo elettronici Excel, il software Word per la scrittura di testi e il programma per la gestione di posta elettronica Outlook. Ha consentito ai ragazzi di sostenere, un esame gratuito, che permetterà loro di ottenere 3 certificazioni Microsoft Office Specialist

“Da diversi anni ormai la Banca Popolare del Frusinate aderisce e spesso organizza direttamente iniziative di solidarietà nell’ambito dell’istruzione – ha affermato Luigi Conti Consigliere del CdA della Banca Popolare del Frusinate  nel suo intervento  al seminario – promuovendo il successo formativo dei giovani come sviluppo armonico della persona. In questo senso sono  essenziali i rapporti di collaborazione cha la Banca ha in corso, al fine di sperimentare modelli  interistituzionali e la realizzazione di progetti integrati aperti agli apporti della comunità solidale e sostenuti dalla società civile”. “Per le persone disabili è molto importante certificare le competenze acquisite in un percorso formativo e la realizzazione di questo progetto offre loro un’occasione di crescita personale, culturale e formativa. Molti di questi alunni in situazione di handicap, non riescono a conseguire un titolo di studio avente valore legale. Il superamento di un esame Microsoft consente la certificazione di competenze concretamente riconosciute e spendibili in ambito lavorativo”.

Possiamo dare un piccolo sbocco professionale ai ragazzi di Frosinone che escono da questo corso – ha affermato il Sindaco Michele Marini nel suo intervento, sempre molto sensibile al tema – includendoli nel nostro progetto che permette di inserire persone svantaggiate, 3- 4 l’anno, in Aziende che assumono questi ragazzi per 2 anni nei quali la retribuzione è per metà a carico del Comune.

Al giorno d’oggi l’informatica – afferma la relazione della Dottoressa Anna Salome Coppotelli Assessore regionale alle Politiche Sociali, letta dal Preside Carlini – offrono moltissime possibilità di valorizzare le persone disabili che “in rete” sono difficilmente distinguibili dai “normodotatoi”. Esiste però tuttavia il rischio che questa possibilità di superare la disabilità venga trasformata in un nuovo muro tra chi può e chi non può. Purtroppo quello degli utenti disabili non e' un mercato abbastanza ghiotto per spingere le industrie e le case produttrici di programmi a tener conto delle esigenze di chi non può usare un mouse o di chi non può vedere le "finestre" aperte sullo schermo del suo computer. Per questo motivo gli standard che si affermano introducono delle barriere tecnologiche di cui spesso non ci accorgiamo.
Nel mondo dell'informatica e delle reti telematiche la partita tra disabilità ed handicap è ancora da giocare. La disabilità è l'impedimento a fare alcune cose, e fa parte della natura umana. Tutti noi siamo incapaci di sollevare una tonnellata con una mano, alcuni non riescono a sollevare neanche pochi etti. Entrambi questi limiti fisici sono aggirabili, e fanno parte della natura umana. L'handicap e' la trasformazione del limite in una penalizzazione, in una svalutazione della persona.

Nel pomeriggio durante il Seminario sono stati illustrati attraverso una dimostrazione pratica, alcuni software dedicati alle disabilità cognitive più o meno gravi.

Hanno partecipato al seminario Presidi e docenti specializzati di numerose scuole di ogni ordine e grado della provincia. Sono intervenuti l’ Ass.re Regionale alle Politiche Sociali Dott.ssa Anna Salome Coppotelli  il Sindaco di Frosinone Michele Marini, l’Ass. Stefania Martini Sviluppo Economico, Innovazione tecnologica, turismo industria ed agricoltura del Comune di Frosinone, Personale altamente qualificato e specializzato della ASL di Frosinone, Il Dott. Luigi Conti Consigliere d’Amministrazione della Banca Popolare del Frusinate.

 

 Gestisci il tuo profilo | Contattaci | Privacy e cookie | Condizioni per l'utilizzo | Marchi   Microsoft

© 2014 Microsoft

 

Questo sito è ospitato da Img Internet