Image
Esegui ricerca

(4) Gestione di una rete Windows 2000

Una volta installata e configurata con tutti gli elementi funzionanti, la rete può essere messa in esercizio ma, per essere in grado di offrire i propri servizi, su di essa devono essere eseguite alcune attività volte a predisporre un ambiente operativo accettabile sia per l'azienda sia per gli utenti.

Se, come si è detto, per la fase di installazione e configurazione è necessario provvedere ad un'adeguata pianificazione delle attività, lo stesso discorso vale, ovviamente, anche per la fase di gestione della rete.
Infatti la governabilità di quest'ultima non può essere frutto dell'improvvisazione ma vanno create le condizioni opportune perché tutte le operazioni possano essere controllate agevolmente.
Il primo passo in questo senso è sicuramente quello di organizzare la rete.
Questo significa definire in modo chiaro tutti gli aspetti relativi al comportamento che dovranno avere i vari oggetti della rete: come dovrà essere suddiviso il dominio, dove dovranno essere collocati tutti gli elementi, cosa dovrà o non dovrà essere consentito agli utenti.
Un altro passo passo importante è quello di definire la configurazione dei servizi di base della rete.
Questi ultimi non sono normalmente visibili agli utenti ma consentono il funzionamento corretto della rete; tra essi vanno citati:

  • DNS, il quale, oltre a consentire l'associazione tra nomi delle macchine e relativi indirizzi IP, che è la sua funzione principale, permette anche di definire la struttura della rete e di individuare i server ed i relativi servizi;
  • DHCP, che consente di distribuire automaticamente gli indirizzi IP e di memorizzare in un database quelli già erogati, evitando così pericolose duplicazioni;
  • WINS, che consente anche ai sistemi ed alle applicazioni precedenti Windows 2000 di disporre di un servizio di risoluzione dei nomi NetBIOS centralizzato.

Una volta predisposta l'impalcatura generale della rete, sarà possibile effettuare le operazioni della gestione ordinaria, come la generazione degli utenti e dei gruppi e la condivisione delle risorse.
Per il controllo delle attività degli utenti sarà poi opportuno definire delle policy idonee a limitarne la libertà d'azione e ridurre, di conseguenza, le possibilità di danneggiamento accidentale dell'ambiente operativo. Usando le policy sarà anche possibile distribuire in modo ottimale il software applicativo sulle varie macchine client.
Come ultima voce di questa ipotetica lista di attività da svolgere, va citata la necessità di tenere sempre sotto stretto monitoraggio il comportamento della rete, usando i vari strumenti che Windows 2000 mette a disposizione, tipicamente il registro degli eventi (Event Log) e il monitor delle prestazioni (Performance Monitor).

 

 Gestisci il tuo profilo | Contattaci | Privacy e cookie | Condizioni per l'utilizzo | Marchi   Microsoft

© 2014 Microsoft

 

Questo sito è ospitato da Img Internet