Image
Esegui ricerca

Scenari

In una ottica di "condivisione delle esperienze" ogni videoconferenza è un prezioso "oggetto multimediale" trasferibile oltre l'aula.
Ma cosa occorre per trasferire le videoconferenze oltre l'aula? Sicuramente un po' di buona volontà e un consolidamento della tecnologia. In poche parole si tratterebbe di investire su due fronti:

  • Sul fronte tecnologico si tratterebbe di formare per ogni scuola almeno un docente webmaster capace di progettare pagine web e trasferire via ftp i file htm delle video conferenze della sua scuola presso i server dei provider più noti (Libero, Tiscalinet, Tin, Wind, ecc). 
  • Sul fronte della progettazione didattica organizzare dei laboratori multimediali finalizzati alla progettazione di lezioni-videoconferenze (qualsiasi insegnante che abbia fatto questo tipo di esperienza sa quanta didattica e quanti saperi vengono coinvolti nella progettazione di un semplice ipertesto).

E poi? Poi ci vorrebbero dei referenti capaci di "inventariare" e "catalogare" e "pubblicizzare" le esperienze.
È un'utopia? Forse!

 

 Gestisci il tuo profilo | Contattaci | Privacy e cookie | Condizioni per l'utilizzo | Marchi   Microsoft

© 2014 Microsoft

 

Questo sito è ospitato da Img Internet