Image
Esegui ricerca

Nuove tecnologie sui banchi di scuola grazie a Brunetta e Gelmini

"Favorire l’accesso diffuso alle tecnologie da parte degli insegnanti e delle loro classi, promuovere la sperimentazione di nuove tecnologie dedicate a docenti e studenti, sviluppare e diffondere competenze tecnologico/didattiche del corpo docente"

Il ministro per la Pubblica amministrazione e l’Innovazione Renato Brunetta, il ministro dell'Istruzione Mariastella Gelmini e Microsoft Italia hanno sottoscritto oggi un protocollo d’intesa di tre anni per sostenere la qualità dell'offerta formativa delle scuole, da una parte operando per la formazione dei docenti e per l'utilizzo generalizzato della multimedialità nella didattica, dall’altra attuando specifiche iniziative sperimentali.

Tre gli obiettivi della collaborazione: favorire l’accesso diffuso alle tecnologie da parte degli insegnanti e delle loro classi, promuovere la sperimentazione di nuove tecnologie dedicate a docenti e studenti, sviluppare e diffondere competenze tecnologico/didattiche del corpo docente. Tale accordo va a integrarsi a una serie di azioni già intraprese dai due ministeri per potenziare l’innovazione didattica con l’ausilio delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione nei processi di apprendimento. "In virtù di questo protocollo d’intesa Microsoft – informa una nota - si rende disponibile a promuovere e sviluppare servizi nell’ambito di attuazione delle iniziative ministeriali, supportare progetti di particolare interesse didattico/organizzativo che vedano coinvolte le istituzioni scolastiche o lo stesso ministero e infine promuovere iniziative di formazione sulle nuove tecnologie, con il preciso intento di favorire l’accesso alle tecnologie da parte delle istituzioni scolastiche italiane. In particolare Microsoft si impegna a fornire gratuitamente software operativo e/o applicativo a supporto di particolari esigenze o attività delle scuole e del Miur, come per esempio iniziative di ricondizionamento di pc; sostenere iniziative per ridurre il digital divide nelle scuole e per innovare la didattica e i processi di apprendimento attraverso l’uso della tecnologia e di contenuti didattici multimediali; sostenere i progetti del Miur tesi a realizzare ambienti di apprendimento adatti ad un utilizzo costante e diffuso delle tecnologie nella quotidianità scolastica; sostenere iniziative mirate a valorizzare le buone pratiche delle scuole, allo scopo di offrire ulteriori motivazioni allo studio anche attraverso l’uso delle tecnologie; promuovere un uso sicuro e responsabile della rete internet da parte dei minori e promuovere la diffusione di una cultura di maggiore consapevolezza delle potenzialità della rete".

E ancora: "collaborare con le proprie consociate affinché vengano riconosciute agli studenti condizioni agevolate d’acquisto di soluzioni e prodotti, nell’intento di migliorare il loro percorso formativo e l’acquisizione di competenze e strumenti per un successivo inserimento nel mondo del lavoro; trovare sinergie tra le iniziative del piano del Miur per l’innovazione digitale della scuola e i programmi Microsoft per l'arricchimento della formazione rivolta agli studenti nell'area Ict; supportare le attività formative previste dal piano per l’innovazione digitale nella scuola, anche attraverso l’adattamento e lo sviluppo di ambienti Microsoft che prevedano la realizzazione di servizi di collaborazione e formazione, on-line e in presenza del personale docente quali per esempio quelli presenti sul portale “Apprendere in Rete”; mettere a disposizione i propri contenuti multimediali, denominati “digital literacy”, per trasmettere adeguate conoscenze e abilità nell’uso delle nuove tecnologie a docenti e studenti di istituti scolastici di ogni ordine e grado; promuovere concorsi tra gli studenti al fine di incoraggiarli a utilizzare la loro immaginazione, passione e creatività per cercare soluzioni a problemi concreti attraverso le nuove tecnologie". Il ministero per la Pubblica amministrazione e l’Innovazione e il ministero dell'Istruzione Università e Ricerca offriranno supporto per il coinvolgimento degli uffici scolastici regionali e provinciali per una migliore comunicazione delle iniziative, per il coinvolgimento di esperti a livello locale e per la realizzazione su base territoriale degli obiettivi e delle iniziative. Sosterranno inoltre, in tutti i casi in cui lo si riterrà opportuno, l’utilizzo da parte di docenti e studenti dei contenuti formativi messi a disposizione da Microsoft come “Digital Literacy” e promuoveranno la comunicazione delle attività e delle iniziative oggetto del protocollo d’intesa.

 

 Gestisci il tuo profilo | Contattaci | Privacy e cookie | Condizioni per l'utilizzo | Marchi   Microsoft

© 2014 Microsoft

 

Questo sito è ospitato da Img Internet