Image
Esegui ricerca

E' di P.S.Giorgio la 'Docente dell'anno' Premiata a Roma dal ministro Gelmini

Si chiama Laura Properzi. La cerimonia si è tenuta nella sede dell’Associazione nazionale presidi (Anp), e ha visto protagonisti anche altri due docenti per "aver saputo coniugare al meglio la didattica tradizionale con la tecnologia"

Ascoli Piceno, 17 settembre 2009 - La professoressa Laura Properzi, di Porto San Giorgio, è stata premiata questa mattina dal ministro dell’Istruzione, Mariastella Gelmini, 'Docente dell’anno’ insieme ad altri due professori, per "aver saputo coniugare al meglio la didattica tradizionale con la tecnologia".

La premiazione è avvenuta nella sede dell’Associazione nazionale presidi (Anp), e ha visto protagonisti anche altri due docenti, finalisti del concorso indetto dal sindacato insieme a Microsoft. Una gara per individuare i prof più tecnologici, quelli che sanno come accalappiare l’attenzione dei ragazzi attraverso gli strumenti offerti dalle moderne tecnologie.

“L’evento di oggi- ha commentato il ministro- dimostra che la collaborazione tra innovazione, insegnanti, studenti e istituzioni può portare a grandi risultati. I progetti premiati sono la prova dell’incrocio virtuoso tra competenze e capacità”.

I vincitori, oltre la professoressa Laura Properzi (area umanistica, con un ipertesto sui Promessi sposi), sono Gianfranco Marini (area scientifica, con un powerpoint sulla logica) dalla Sardegna e Ferdinando Papia (area tecnologica, con un progetto in tecnologia delle costruzioni) di Agrigento. A questi e agli altri insegnanti il ministro, ora, vuole dare una carriera “basata sul merito e sull’esperienza, non più solo sull’anzianità”.

Per Gelmini “bisogna cominciare a premiare gli insegnanti migliori. Questa- ha detto- deve essere la legislatura in cui si colma questo vuoto. In tal senso- ha continuato- lancio un appello alla collaborazione all’Anp e agli altri sindacati perché aprano con noi un tavolo che metta il Parlamento nelle condizioni di varare tale riforma. Sono pessimista sulla possibilità di un accordo bipartisan in Parlamento, spero che si possa almeno lavorare con le associazioni”.
 

 Gestisci il tuo profilo | Contattaci | Privacy e cookie | Condizioni per l'utilizzo | Marchi   Microsoft

© 2014 Microsoft

 

Questo sito è ospitato da Img Internet